Nei casi in cui il Datore di Lavoro nomina un RSPP esterno scattano per quest’ultimo una serie di obblighi ben descritti nel decreto 81.

Gli RSPP esterni di Area 81 tuttavia fanno di piu’! Perchè oltre ad eseguire i compiti richiesti dal testo unico sicurezza 81, forniscono servizi aggiuntivi di sicura utilità per il cliente, anche se non richiesti dal testo unico sicurezza.

Vediamo quindi le 10 cose extra UTILI AL DATORE DI LAVORO che fa L’RSPP esterno di Area 81;)).

  1. TI RICORDA LE SCADENZE

Sono numerosissime le scadenze da rispettare in materia di sicurezza e salute dei lavoratori: scadono i corsi di formazione, scadono le visite mediche, vanno aggiornati periodicamente i documenti, la stessa nomina del medico competente o l’incarico di RSPP hanno una scadenza annuale.

Per noi l’RSPP esterno, curando l’aspetto documentale si deve annotare le scadenze per comunicarle in tempo al datore di lavoro. (Ricordare le scadenze non è compito dell’RSPP esterno ma noi lo facciamo!).

  1. TI INFORMA DEI NUOVI OBBLIGHI IN RELAZIONE AGLI AGGIORNAMENTI NORMATIVI

La normativa cambia continuamente e, a meno che il datore di lavoro si impegni a leggersi quotidianamente le newsletter di aggiornamento normativo, è facile che non sia informato sui continui cambiamenti: puo’ capitare che sfugga qualcosa di importante o di obbligatorio per l’impresa.

L’RSPP esterno, come professionista della sicurezza, per propria natura si mantiene aggiornato sull’evoluzione normativa e ha inoltre tutto l’interesse, essendo corresponsabile con il datore di lavoro sulla gestione della sicurezza, a comunicare le novità di interesse per l’azienda o i nuovi obblighi in vigore. (Inviare circolari informative o newsletter non è compito dell’RSPP esterno ma per noi è ormai un’abitudine!).

  1. ELABORA DIRETTAMENTE I DOCUMENTI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

Ricordo che la valutazione dei rischi è un obbligo non delegabile del datore di lavoro (e quindi anche la conseguente redazione del documento di valutazione dei rischi rimane in capo al datore di lavoro). Sappiamo tuttavia che, nella pratica, per mancanza di tempo, voglia, o capacità tecniche, o per semplice comodità, il titolare delega comunque questo obbligo di redazione del documento al tecnico della sicurezza…Se quest’ultimo è stato anche nominato RSPP esterno uno piu’ uno fa due: è facile che l’RSPP esterno elabori direttamente il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) levando il peso (e l’obbligo 😉 al datore di lavoro). (Noi RSPP Esterni  di Area 81 ci prendiamo in carico della redazione di tutti i documenti obbligatori previsti dal Decreto Legislativo 81/08).

  1. CONTATTA GLI ORGANI GLI CONTROLLO (ASL E ISPETTORATO DEL LAVORO)

Anche se nessuno se lo augura, puo’ capitare una visita ispettiva da parte dell’Asl. L’RSPP esterno

ha titoli e conoscenze tecniche per contattare il funzionario di riferimento in relazione ad eventuali richieste o contestazioni. (Siamo sempre vicini alle esigenze / urgenze del Datore di Lavoro).

  1. ORGANIZZA DIRETTAMENTE LA FORMAZIONE

L’RSPP esterno ha il dovere di proporre la informazione e formazione dei lavoratori (questo sì che è un obbligo di legge). Se, in piu’, è in possesso dei requisiti per poterla erogare, allora puo’ organizzare ed effettuare direttamente la docenza con notevole risparmio di tempo e soldi per il titolare. (Gli RSPP Esterni di Area 81 hanno l’abilitazione per erogare tutti i corsi generali e specifici richiesti ai lavoratori).

  1. EFFETTUA SOPRALLUOGHI IN AZIENDA

Anche se non è previsto da decreto come invece accade per il Medico Competente (per il quale il decreto 81 prescrive la visita negli ambienti di lavoro almeno una volta all’anno) l’RSPP esterno visita abitualmente l’azienda anche piu’ di una volta all’anno, accorrendo anche piu’ volte per gestire situazioni con carattere di particolare urgenza (verbali asl, infortuni sul lavoro, aggiornamento della formazione in vista di visite ispettive). (Crediamo che sia impossibile gestire un incarico di RSPP esterno senza almeno un sopralluogo all’anno in azienda).

  1. COMPILAZIONE CHECK LIST / DOCUMENTI SICUREZZA LAVORO

Puo’ capitare che in azienda ci sia necessità di compilare questionari o documenti in tema di sicurezza del lavoro: per accedere a finanziamenti, sgravi fiscali, per assunzioni tramite agenzia interinale etc..

Chi meglio dell’RSPP esterno conosce la normativa in relazione ai bisogni ed esigenze del cliente?

(Non ci sottraiamo mai alla compilazione di documenti e check list anche se a volte noiose e ripetitive).

  1. E’ PRESENTE IN CASO DI VISITE ISPETTIVE

Nel caso di possa godere di un preavviso dell’uscita dell’Ufficiale di Polizia Giudiziaria (ASL o Ispettorato del Lavoro) è conveniente che il Datore di Lavoro si avvalga della consulenza dell’RSPP in modo da avere un confronto tecnico immediato in caso di necessità tra l’RSPP esterno e il funzionario del caso. (A garanzia del cliente con la nomina esterna di RSPP hai un supporto concreto in caso di necessità).

  1. EROGA LA FORMAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA

La comodità di avere un RSPP Esterno esperto abilitato ad effettuare formazione consente al datore di lavoro di gestire i corsi di formazione per i lavoratori direttamente in azienda nei tempi e giorni piu’ convenienti. (Eroghiamo i corsi in azienda nei giorni e negli orari che preferisci anche al sabato!).

  1. SDRAMMATIZZIAMO!

Il 10 punto è che siamo simpatici! Scherzi a parte. L’RSPP esterno propone certo adempimenti magari impegnativi in termini di tempo e costi per l’azienda ma ricordiamo che non c’è nulla di inventato e che tutto quanto riferiamo al Datore rimane obbligatorio poiché previsto per legge.

Visto e considerato quindi che i servizi che proponiamo rimangono da farsi comunque, perché allora non farlo con uno spirito piu’ allegro e spensierato rispetto agli altri? Noi di Area 81 almeno ci proviamo! Provare per credere???

Seguici anche su Facebook !!!