Forfait Sicurezza e Medicina Lavoro

Sapete qual è il nostro servizio piu’ gradito?

“Forfait sicurezza e medicina lavoro”

Si tratta di offrire cio’ che occorre all’azienda per essere in regola in materia di sicurezza lavoro stabilendo un’unica quota annuale fissa (forfait*).

 

vantaggi del forfait:

– condizioni economiche stabilite in anticipo e garantite per tutta l’annualità

– eliminazione dei preventivi parziali per i singoli prodotti (corsi, visite mediche, aggiornamento documenti)

– eliminazione delle fatture parziali a vantaggio di un’unica fatturazione

– pagamento in 2-3 rate dilazionate nell’anno nei termini prestabiliti

– “sicurezza” di aver compreso i servizi necessari all’impresa

– gestione ottimale delle tempistiche per il soddisfacimento degli obblighi (partecipazione ai corsi, sopralluoghi, visite mediche, predisposizione documentazione)

– calendarizzazione preventiva delle giornate “impegnate” per corsi o visite mediche

– unico referente per tutti gli obblighi di sicurezza e medicina del lavoro

– comunicazioni e collaborazioni facilitate tra gli attori della sicurezza (Consulenti, RSPP, Medici del Lavoro)

*Forfait: Accordo di compenso o retribuzione globale, fondato su una valutazione complessiva delle prestazioni, indipendentemente dalla loro frequenza, dall’entità di ciascuna e dalle successive variazioni di mercato (fonte: “Google”).

 

Contattaci per valutare questa proposta
Dr. Diego Panzeri

Incentivi alle Imprese 2017 Sicurezza sul Lavoro

INCENTIVI ALLE IMPRESE

PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

Finalità: l’iniziativa si pone l’obiettivo di incentivare le Imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, intendendo, con tale concetto, il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali.

Spese ammesse: sono ammessi gli investimenti, da iniziarsi successivamente alla data del 5 Giugno 2017 e da portarsi a termine entro i 12 mesi successivi alla comunicazione di ammissione al contributo (indicativamente, entro Novembre 2018), che siano afferenti ad una delle seguenti macro-tipologie di spesa:  

  • Acquisto di macchine;  
  • Rimozione e bonifica da materiali contenenti amianto, con successivo trasporto e smaltimento in discarica autorizzata;  
  • Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;  
  • Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;  
  • Acquisto e installazione permanente di ancoraggi destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistema anti caduta;  
  • Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici. I relativi progetti di investimento possono essere articolati anche in più di un intervento purché essi siano tutti riconducibili alla medesima tipologia di causa di infortunio o fattore di rischio, che deve essere riscontrabile nel D.V.R.

Spese non ammesse:

Il Bando non ammette a contributo le spese relative a:

  • dispositivi di protezione individuale;
  • automezzi e mezzi di trasporto su strada;
  • trasporto del bene acquistato;
  • interventi da effettuarsi in luoghi di lavoro diversi da quelli nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;
  • impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno degli ambienti di lavoro;
  • hardware, software e sistemi di protezione informatica;
  • mobili e arredi;
  • ponteggi fissi;
  • ampliamento della sede produttiva con un nuovo fabbricato o con ampliamento della cubatura preesistente;
  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera;
  • acquisto di beni usati;
  • sostituzione di macchine di cui l’Impresa richiedente il contributo non ha la piena titolarità;
  • acquisizioni effettuate mediante locazione finanziaria (leasing).

Agevolazioni: è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto, in conto capitale, nella misura del 65% delle spese ammesse, con un massimale erogabile pari a 130.000 euro.

Termini: a decorrere dal 19 Aprile ed entro e non oltre la data del 5 Giugno 2017, le Imprese interessate dovranno necessariamente provvedere a condurre una simulazione per verificare il raggiungimento di un punteggio soglia (sulla base di parametri associati sia alle caratteristiche proprie dei soggetti proponenti sia ai progetti oggetto della domanda).

Le Imprese che avranno superato il punteggio soglia minimale di ammissibilità potranno quindi accedere alla fase successiva per l’inoltro del proprio progetto e della relativa domanda di contributo mediante uno sportello telematico la cui data di apertura verrà comunicata solo in seguito.

La concessione degli incentivi è determinata dall’ordine cronologico di avvenuta presentazione delle istanze sino alla concorrenza delle risorse finanziarie disponibili.

Per altre info contattateci:

ps: ricordiamo che prima di prendere in considerazione la richiesta degli incentivi occorre aver adempiuto a tutti gli adempimenti obbligatori del testo unico sicurezza D.Lgs 81/08 (in primis DVR aggiornato e completo di allegati, nomine sicurezza e attestati in corso di validità).

Dr. Diego Panzeri

AREA 81 SRL