Delega di Funzioni Sicurezza Lavoro: come identificare un solo datore di lavoro e pagare il meno possibile

La delega di funzioni serve soprattutto per evitare che le sanzioni ricadano su tutti i datori di lavoro soci dell’azienda.

Delega di Funzioni Sicurezza Lavoro

Vediamo dall’inizio

Ogni azienda con lavoratori ha, per definizione, il datore di lavoro (colui il quale dà lavoro).

Quest’ultimo è soggetto a tutti gli obblighi del Testo Unico Sicurezza.

Quali sono?

 

Lo sanno ormai anche i muri ma “repetita iuvant” dicevano i latini…(le cose ripetute aiutano).

 

Ecco gli adempimenti necessari (in brevissimo, prometto):

  • Valutazione dei Rischi DVR
  • Designazione dell’RSPP (Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione)
  • Designazione del Medico Competente (Medico del Lavoro)
  • Designazione degli Addetti al Primo Soccorso e Antincendio
  • Elezione dell’RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza)

 

Fin qui…cose già note, dette e ridette no?

 

E il datore di lavoro? come viene identificato?

Deve “essere nominato”? e se ai vertici aziendali ci sono piu’ datori di lavoro?

Ai sensi del D.Lgs 81/08 il Datore di Lavoro è colui il quale ha potere decisionale e di spesa…

 

Quindi finchè in azienda c’è un solo titolare che comanda…costui coincide con il datore di lavoro.

Ma quando a capo della società comandano piu’ soci, con pari poteri (decisionali e di spesa) chi è il datore di lavoro? 

TUTTI quanti i soci!!! perchè tutti possono prendere decisioni operative ed economiche…

 

Per le leggi attuali i soci aziendali, definiti come datori di lavoro, adempiono insieme agli obblighi elencati sopra, hanno tutti gli stessi doveri di tutela e protezione verso i propri lavoratori.

La corresponsabilità dei soci si estende però anche in caso di incidenti o inosservanze degli obblighi.

Così come ci sono gli obblighi per il datore di lavoro ci sono anche i doveri e, come rovescio della medaglia anche le sanzioni.

Solo che in presenza di piu’ datori di lavoro (piu’ soci) ognuno ne risponde direttamente!

Vale a dire che anche in caso di ammenda, questa viene moltiplicata per il numero dei datori di lavoro.

Esempio concreto.

CASO 1: Azienda con un solo datore di lavoro:

Sanzione al Datore di Lavoro: € 3000

Sanzone Totale verso l’azienda: € 3000

 

CASO 2: Azienda SNC con 3 datori di lavoro soci

Sanzione al Datore di Lavoro: € 3000

Sanzione Totale verso l’azienda: € 9000!!!

 

Sono state commesse le stesse violazioni ma la ammenda è triplicata!.

Quindi come fare per evitare che la sanzione, in caso di piu’ datori di lavoro ricada su tutte le teste dei soci?

Esiste uno strumento formale ed efficace che si chiama: DELEGA DI FUNZIONI.

Significa che è possibile assegnare i “compiti della sicurezza” ad un solo socio, identificandolo così socio  “datore di lavoro”, evitando che gli altri siano coinvolti.

 

Gli effetti sanzionatori sono così limitati ad una sola persona.

 

Attenzione però che con la delega anche la responsabilità penale si riduce sull’unico datore di lavoro delegato…

ECCO PERCHE’ la delega di funzioni è ammessa nel Decreto Legislativo 81 ma NON OBBLIGATORIA…

 

La scelta di utilizzare questo strumento è da ponderare con attenzione (soprattutto tra caso piu’ comune tra le società di capitali es. SNC). L’importante è esserne consapevoli.

Per concludere:

La delega di funzioni per gli obblighi di sicurezza sul lavoro deve avere determinati requisiti.

Puo’ essere redatta con atto notarile o inserita in visura camerale durante la costituzione della società o quando si portano modifiche sostanziali.

 

In generale la delega di funzioni per la nomina di un solo datore di lavoro è presente nelle visure camerali piu’ recenti (dove si legge: “ai sensi del D.Lgs 81/08 tutte le funzioni di Datore di Lavoro ricadano su Pinco Pallo…”).

 

Se sentite di averne bisogno o volete approfondire la questione siamo come sempre a disposizione…

Tuttavia visto che non siamo avari possiamo anticiparvi i criteri secondo i quali deve essere redatta la delega…(sotto i link ai nostri siti)

 

Buona giornata e buon lavoro…Diego Panzeri…

www.sicurezzaperlavoro.it

www.area81privacy.it

www.facebook.com/area81srl

 

Ecco la delega di funzioni come da Decreto Legislativo:

Articolo 16 – Delega di funzioni
1. La delega di funzioni da parte del datore di lavoro, ove non espressamente esclusa, è ammessa con i seguenti
limiti e condizioni:
a) che essa risulti da atto scritto recante data certa;
b) che il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle
funzioni delegate;
c) che essa attribuisca al delegato tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica
natura delle funzioni delegate;
d) che essa attribuisca al delegato l’autonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate.
e) che la delega sia accettata dal delegato per iscritto.

 

Controlli da parte di ATS: periodo natalizio

Generalmente a ridosso delle festività natalizie ci giunge notizia che “l’Asl è in giro”.

Subito dopo iniziano le chiamate di titolari agitati che necessitano subito di documenti richiesti dai funzionari dell’Asl (ora Ats: Azienda Tutela Salute).

 

Le visite di controllo sono rivolte soprattutto a quelle attività che in questo periodo vivono un intensificarsi del lavoro: laboratori di pasticceria (dolci e prodotti Natalizi), bar, pizzerie e ristoranti.

 

Non escludiamo tuttavia le altre tipologie di aziende, per le quali ci potrebbero essere richieste a sorpresa.

 

PER QUALE MOTIVO VENGONO FATTI I CONTROLLI DA PARTE DELL’ATS?

 

I funzionari di polizia giudiziaria procedono agli accertamenti di rito prevalentemente per:

vigilanza / ispezione

infortunio

malattia professionale

atti giudiziari

 

QUALI SONO I DOCUMENTI MAGGIORMENTE RICHIESTI?

Dai verbali di richiesta consegnati ai clienti i dati più richiesti sono i seguenti:

Breve descrizione del ciclo lavorativo

Documento di nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Attestati comprovanti la formazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Attestati comprovanti la formazione degli addetti ai compiti speciali (antincendio e primo soccorso)

Documentazione inerente la formazione e l’informazione

Documento di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs 81/08

Programma di attuazione e miglioramento delle misure di prevenzione e protezione

Elenco degli eventuali DPI forniti ai lavoratori ed eventuale programma di controllo e manutenzione

Visura camerale

Autorizzazione sanitaria ed eventuale deroga (attività alimentari)

 

IN QUANTO TEMPO VANNO PRESENTATI I DOCUMENTI?

Dipende dal verbalizzante e dalla situazione riscontrata.

Non c’è una scadenza di consegna standard.

Abbiamo visto verbali di richieste entro 5, 7 giorni, 2 settimane ma anche alcuni entro 3 giorni!

 

E SE NON OTTEMPERO A QUANTO RICHIESTO?

Sarebbe come non fermarsi al posto di blocco della polizia…

 

Se vuoi i dettagli contattaci!!!

Il gruppo di Area 81 è sempre disponibile (negli orari di ufficio :))

Buon Lavoro
Dr. Diego Panzeri