Perchè? Perchè? Perchè?

PERCHE’???

Vi è mai capitato di ripensare a quando da piccoli si chiedeva la motivazione per ogni cosa?

Perchè?ma perchè?perchè è così?

Si chiama la fase del “perchè”.

Personalmente ancora oggi amo chiedere il “perchè” delle cose.

Ritengo sia ingiusto accontentarci di ciò che ci viene raccontato; è sempre bello invece approfondire, chiedere, indagare, comprendere…

Durante il mio lavoro spesso mi trovo anche nell’altra posizione, a rispondere ai vari “perchè” che mi vengono posti dai datori.

Cosa riguardano?dove si focalizzano principalmente i dubbi e le perplessità?

Sulla Medicina del Lavoro!

Ecco alcune delle domande più ricorrenti:

Perchè il medico del lavoro deve essere nominato?

Il medico del lavoro è uno specialista che valuta l’idoneità allo svolgimento di una certa mansione da parte lavoratore.

A differenza degli altri medici specialisti che tutti conosciamo (oculista, dentista, ginecologo), il medico del lavoro deve essere nominato dal datore di lavoro.

Il datore di lavoro “sceglie” lo specialista al quale affidare la sorveglianza sanitaria dei propri lavoratori.

In cosa consiste questa nomina?

Una volta nominato, il medico competente assume degli obblighi nei confronti dell’azienda, tra i principali:

-Collaborare con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei rischi;

-Predisporre il protocollo sanitario definendo quali e quando effettuare le visite ed accertamenti strumentali in base alla mansione;

-Visitare gli ambienti di lavoro di norma almeno una volta all’anno;

-Partecipare alla riunione periodica (ove necessaria) con le altre figure appartenenti all’organigramma della sicurezza;

-Comunicare agli organi competenti i dati aziendali che obbligatoriamente devono essere trasmessi ogni anno.

E’ possibile visitare i lavoratori senza predisporre la nomina?

Per tutte le ragioni sopra indicate la risposta è no.

Il medico del lavoro per poter rilasciare il certificato di idoneità alla mansione deve necessariamente essere nominato “Medico competente” dell’azienda.

Posso far visitare i miei lavoratori da un altro medico?

L’unico medico legittimato a rilasciare l’idoneità alla mansione ai vostri lavoratori è il medico nominato.

E se il mio medico manca per mesi?cosa faccio?

Sono rari i casi in cui medico competente può essere legittimamente sostituito, ma ci sono.

Nel caso infatti in cui il professionista debba assentarsi per un lungo periodo di tempo è ragionevole che il datore di lavoro possa far visitare i propri lavoratori da un sostituto che dovrà, tuttavia, essere necessariamente nominato come medico “coordinato”.

Sulla base di cosa si definisce la periodicità delle visite?

Il medico definisce la periodicità delle visite mediche e degli esami strumentali e/o di laboratorio da svolgere sulla base dei rischi ai quali i lavoratori sono esposti.

E’ necessario effettuare gli esami del sangue?

Se i lavoratori nello svolgimento della propria mansione entrano a contatto, ad esempio, con prodotti chimici che potrebbero nel lungo periodo arrecargli dei danni di salute, è necessario che vengano effettuate delle analisi di controllo in modo da tenere costantemente monitorati i valori.

Perchè alcuni videoterminalisti sono visitati ogni 2 anni ed altri ogni 5?

Se il lavoratore supera i cinquant’anni di età oppure se il medico ravvisa questioni legate allo stato di salute (generalmente alla vista) la visita viene effettuata ogni due anni; diversamente la periodicità è quinquennale.

Ci sono sicuramente altre svariate e innumerevoli domande a cui rispondere.

Per questo motivo, se avete dubbi e necessitate di risposte, noi ci siamo!!!

Chiamateci, scriveteci o passate a trovarci.

Dott.ssa Maria Macchia

Area 81 S.r.l.

per info: [email protected]

Tel. 039/2911151