I condomini hanno obbligo del Documento di Valutazione dei Rischi DVR?

I condomini hanno l’obbligo del Documento di Valutazione dei Rischi?

Sì se ci sono lavoratori.

I portinai devono fare i corsi di sicurezza sul lavoro?

Sì se sono dipendenti del condominio.

Piccolo passo indietro.

Il Testo Unico Sicurezza D.Lgs 81/08 tutela TUTTI I LAVORATORI QUALUNQUE sia l’impiego.

Quindi in ambito condominiale se ci sono persone stipendiate e subordinate ad un datore di lavoro (solitamente amministratore di condominio) occorre procedere con il DVR e i corsi.

Quali documenti deve produrre l’amministratore di condominio per essere in regola?

Distinguiamo due documenti:

Attenzione: stiamo considerando condominio con lavoratori dipendenti

Uno per gestire la sicurezza “interna”, il Documento di Valutazione dei Rischi (art. 28 D.Lgs 81 del 2008) nel quale si valutano i rischi di lavoro del dipendente.

Nel DVR si indicano i rischi del condominio, negli ambienti in generale, corridoi, spazi, scale, analizzando le tutte le fasi di lavoro.

Un secondo documento invece è richiesto per legge in caso di appalti, cioè nel momento in cui l’amministratore (datore di lavoro del condominio) affida lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria a imprese esterne appaltatrici (rifacimento facciate, serramenti, impermeabilizzazioni tetti o box, rifacimenti gronde, posa cappotto, posa nuova caldaia etc..).

In questi casi l’amministratore committente promuove la cooperazione per gestire i rischi derivanti dalle attività degli appaltatori negli ambienti condominiali (recintare le aree in caso di potatura alberi, disporre avvisi in caso di disinfestazioni da topi o zanzare, protezione aree di passaggio in caso di caduta di oggetti dall’alto etc etc..).

Per comprovare questa collaborazione l’amministratore deve redigere il DUVRI documento di valutazione dei rischi dove riporre misure collettive e di protezione dai rischi per i lavoratori coinvolti (art. 26 D.Lgs 81/08).

Tutti i lavoratori devono inoltre essere informati e formati sui rischi.

In particolare per i dipendenti del condominio ci deve pensare l’amministratore assicurandosi che ci sia stata la partecipazione anche i corsi di primo soccorso antincendio.

Infine, un’altra figura necessaria al condominio è quella del Responsabile della Sicurezza RSPP che aiuta il datore di lavoro nella gestione dei programmi formativi e delle procedure di sicurezza.

Ricapitolando:

Il condominio, in presenza di lavoratori subordinati all’amministratore, è equiparato ad una comune azienda e quindi sottostare alla normativa di sicurezza del lavoro a tutela dei lavoratori.

Quindi necessitano:

DVR: Documento di Valutazione dei Rischi redatto dall’amministratore indicante tutti i rischi del condominio e le misure per eliminarli o ridurli.

FORMAZIONE dei lavoratori: tutti i lavoratori devono ricevere informazione e formazione sui propri rischi e sulla gestione delle emergenze (corsi di primo soccorso ed antincendio).

La gestione della sicurezza è affidata ad un responsabile della sicurezza che puo’ essere l’amministratore previo corso oppure a professionista esterno con requisiti

DUVRI: Documento di Valutazione dei Rischi da Interferenze da redigere sempre dall’amministratore in caso di lavori affidati a imprese esterne.

Nota importante: anche le imprese appaltatrici devono essere in regola con la sicurezza sul lavoro (documenti, corsi ed eventualmente visite mediche), altrimenti il condominio ne risponde.

Per approfondimenti:

Dr. Diego Panzeri Area 81 Srl

www.sicurezzaperlavoro.it