Abbiamo già ricordato l’importanza di definire il datore di lavoro effettivo in presenza di piu’ soci lavoratori.

Tuttavia ci sentiamo di riprendere il tema dato che abbiamo assistito realmente a situazioni in cui, in assenza di delega di funzioni, l’organo di vigilanza ha comminato la stessa sanzione a tutti i soci datori di lavoro.

Nelle società con piu’ datori di lavoro (s.a.s. e s.n.c. ma anche spa e srl dove ci possono essere piuì amministratori) la responsabilità grava su tutti i soci indistintamente; ciascun socio è chiamato ad adottare le misure necessarie alla tutela dell’integrità fisica dei lavoratori (obbligo solidale).

Nel caso quindi di inosservanze, le sanzioni saranno comminate a tutti i soci, moltiplicando così l’addebito.

Il testo unico sulla sicurezza (d.lgs. 81/08, art. 16) permette, però, di trasferire ad uno solo dei soci, con la delega di funzioni, la responsabilità in materia di prevenzione degli infortuni e di igiene del lavoro, purché siano osservate precise condizioni:

  • a) che essa risulti da atto scritto con data certa;
  • b) che il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate;
  • c) che essa attribuisca al delegato tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate;
  • d) che essa attribuisca al delegato l’autonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate;
  • e) che la delega sia accettata dal delegato per iscritto.

In questo caso solo il delegato risponde agli obblighi e alle sanzioni.

Contattateci in caso di necessità.

Dr. Diego Panzeri