Quando il commercialista chiama Area 81 risponde.

Ecco alcune domande ai confini della conoscenza normativa che ci pongono i due principali consulenti dei nostri clienti, commercialista e consulente del lavoro.

 

Mi mandano un minore dalla scuola, che devo fare? assumo un minore che devo fare?

Il minorenne va considerato come un lavoratore come gli altri, quindi è soggetto sia alla formazione sia alla visita medica se esposto a rischi per la salute. Deve essere inoltre redatto documento di valutazione dei rischi per i minori seguendo le indicazioni del D.Lgs 345/99.

 

L’agenzia interinale mi chiede di compilare un modulo per la sicurezza per la somministrazione di un lavoratore di che si tratta?

Occorre che il datore di lavoro indichi i rischi legati alle lavorazioni e le misure protettive e i DPI previsti per tutelare il lavoratore.

 

Lavoratore somministrato presso un’altra azienda.

Capita che un lavoratore si trasferisca per un tot periodo presso un’altra azienda, dove lavora “in prestito”. Quali sono in sintesi gli obblighi?

In tal caso, il lavoratore avrebbe due datori di lavoro a cui riferirsi: quello “classico”, a capo della ditta a cui appartiene e quello a valle, cioè che beneficia della sua competenza.

Quest’ultimo dovrà occuparsi della formazione specifica e delle visite mediche in quanto responsabile delle lavorazioni oggetto dell’accordo di somministrazione

 

Azienda famigliare. E’ soggetta agli obblighi del Testo Unico Sicurezza?

Dipende dal rapporto tra i famigliari.

Se sussiste una subordinazione tra gli stessi allora ogni lavoratore famigliare è equiparato al dipendente ordinario e quindi deve beneficiare di formazione e visite mediche se richieste.

Se invece il rapporto tra i componenti è di tipo solidale, allora, in breve è sufficiente che gli addetti indossino adeguati DPI e che utilizzino attrezzature a norma.

 

Il mio lavoratore è già volontario della Croce Rossa (o similari). Puo’ evitare il corso di Primo Soccorso?

Tecnicamente dovrebbe avere un attestato rispondente al DM 388/03 (formazione di primo soccorso aziendale), anche se ormai viene accettata anche la formazione dei volontari del soccorso (sicuramente piu’ estesa e completa).

 

Ogni quanto devo consegnare i dispositivi di protezione individuale? Hanno una scadenza?

La durata di ogni dispositivo dipende da vari fattori: dal soggetto utilizzatore, dalle condizioni di utilizzo, dalla cura ed igiene prestata…in ogni caso le principali informazioni (e le scadenze eventuali) sono riportate sul libretto di uso e manutenzione.

 

Il lavoratore autonomo senza lavoratori ha obblighi nei confronti del D.Lgs 81/08?

Il lavoratore autonomo senza dipendenti deve solo proteggersi con adeguati DPI e utilizzare attrezzature a norma (e dotarsi di tesserino di riconoscimento se lavora in cantiere o con altre aziende). In presenza di subordinati scattano tutti gli obblighi in materia di sicurezza del lavoro.

 

I lavoratori “a voucher” devono fare i corsi?

Ogni lavoratore con qualsiasi forma contrattuale deve ricevere formazione.

La risposta è sì, in particolare entro 60 gg dall’inizio della collaborazione, sempre ai sensi dell’Accordo Stato – Regioni del dicembre 2011.

 

In un’azienda con soli soci “SNC” quali obblighi vanno rispettati per la sicurezza?

Tutti quanti poichè i soci lavoratori della snc sono equiparati ai “normali” lavoratori.

 

Il lavoratore ha già fatto i corsi e le visite mediche, possono bastare?

In caso di assunzione di un lavoratore già formato e visitato occorre verificare se la formazione sia ancora in corso di validità e se rispondente alla classe di rischio della nuova azienda. Stesso discorso della visita medica: occorre verificare se l’idoneità in possesso sia valida in termini di scadenze e in relazione ai rischi sul lavoro presso la nuova ditta.

 

Contattateci e  seguiteci per approfondimenti noi ci siamo sempre 🙂

Dr. Diego Panzeri