Quando ci fissiamo in testa una cosa e siamo animati dalla passione difficilmente ascoltiamo gli altri.

 

Che si tratti di portare a termine una maratona per chi già corre o finire una 5 km per chi si alza per la prima volta dal divano, siamo spinti da una tale forza che non sentiamo piu’ niente e nessuno e anche le fatiche sono meglio sopportate perchè vediamo la ricompensa finale…

In questa fase siamo tutti euforici, spinti da una ritrovata vitalità, gasati e concentrati verso il nuovo obiettivo.

Il paragone con lo sport è sempre un classico ma questa determinazione nel raggiungere un traguardo la troviamo con la stessa forza anche in altri progetti, come ad esempio quello di avviare una nuova impresa.

Lo sanno bene i liberi professionisti che, magari dopo anni di “faccio tutto da solo”, tra ricerca clienti, esecuzione dei lavori, fatture da emettere, tasse da pagare, debitori da rincorrere, non ancora stremati del tutto, ritrovano un rinnovato entusiasmo quando decidono di assumere un dipendente creando così una piccola attività.

Si fissano uno o piu’ obiettivi di crescita o di fatturato e ci si immagina dove si vuole essere tra x anni.

E via, si riparte per nuove sfide verso orizzonti piu’ ambiziosi, con il cuore a mille e testa bassa.

Si aggiungono però altre questioni del tutto nuove e prima non necessarie: l’esigenza di avere un ufficio o un capannone, la selezione del dipendente e la scelta della tipologia contrattuale, gli investimenti iniziali per attrezzature e materie prime e così via..

Ora il rischio di perdersi tra mille cose aumenta e con esso la probabilità che queste nuove fatiche e decisioni da prendere in autonomia possano soffocare le energie dei titolari piu’ entusiasti e determinati.

Cercheremo dunque di vedere insieme quali sono gli aspetti iniziali spesso trascurati o sottovalutati da chi decide di fare impresa, come la scelta dei giusti consulenti, quanti e quali avere, la valutazione degli uffici o capannoni, quali meglio adatti alle esigenze e altri consigli utili da sapere prima di avviare un’impresa.

Le volte successive potremo parlare di:

  • La figura dei consulenti: è sufficiente il consulente del lavoro? oppure occorre avvalersi anche di altri come quello della sicurezza o immobiliare?
  • Tipologia di luoghi di lavoro e caratteristiche minime
  • Organi ed Enti di Controllo: quali sono e a chi bisogna stare attenti

Stay tuned!

(rimanete sintonizzati)

Vado a correre! :))

Diego