ps: in questo articolo medico del lavoro e medico competente saranno usati come sinonimi

E’ obbligatorio il medico del lavoro?

Il medico del lavoro è obbligatorio nei casi previsti dal Decreto Legislativo 81/2008, cioè in tutti gli ambienti di lavoro dove è valutato un rischio per la salute dei lavoratori (art. 18 D.Lgs 81/08).

Chi deve nominare il medico competente?

E’ obbligo del Datore di Lavoro (art. 18 D.Lgs 81/08)

Il lavoratore puo’ essere visitato da altro medico?

No, la visita per il lavoro puo’ essere effettuata solo dal medico del lavoro assegnato, il quale puo’, semmai, tener conto di esami o visite già in possesso del lavoratore.

Tutti i lavoratori devono fare la visita con il medico del lavoro?

Non necessariamente; solo chi è esposto a un rischio per la salute.

Quando un lavoratore deve essere sottoposto a visita medica?

Quando si deve accertare che sia idoneo per la mansione assegnata.

In quali casi pratici occorre la visita del medico del lavoro?

Negli ambienti di lavoro dove si valuta rischio per il lavoratore: in presenza di lavori manuali pesanti, lavori ripetitivi, lavori a contatto con sostanze chimiche, lavori con presenza di rumore o polveri, lavori in quota, lavorazioni con sostanze o attrezzature pericolose, etc.

Esempi di mansioni con obbligo di visita medica:

  • operaio edile muratore
  • carrozziere
  • panificatore
  • cuoco e pizzaiolo
  • magazziniere
  • impiegato videoterminalista
  • autista patente C
  • saldatore
  • fabbro e carpentiere
  • operaio di impresa di pulizia
  • parrucchiere
  • estetista

Il lavoratore puo’ rifiutare la visita medica?

No, il lavoratore deve sottoporsi ai controlli sanitari o agli accertamenti decisi dal medico competente (art. 20 D.Lgs 81/08).

Perchè il medico del lavoro visita i lavoratori?

Per vari motivi:

  • accertare l’idoneità alla mansione
  • escludere patologie o controindicazioni per il lavoro assegnato
  • per monitorare lo stato di salute del lavoratore (sorveglianza sanitaria, art. 41 Decreto 81 del 2008)

In cosa consiste la visita di medicina del lavoro?

La sorveglianza sanitaria comprende (art. 41 Decreto 81):

  • visita preventiva iniziale con eventuali esami specifici (audiometria, spirometria, prelievo di sangue o urine)
  • visita periodica di controllo per monitorare lo stato di salute di lavoratori per avere un giudizio di idoneità aggiornato.

Che esito puo’ dare la visita medica?

Il medico competente formula uno dei seguenti giudizi, in relazione alla mansione svolta del lavoratore:

  1. a) idoneità;
  2. b) idoneità parziale, temporanea o permanente, con prescrizioni o limitazioni;
  3. c) inidoneità temporanea;
  4. d) inidoneità permanente.

Il datore di lavoro deve tenerne assolutamente conto al fine di assegnare al lavoratore adeguate mansioni che non compromettano la salute del lavoratore (art. 18 D.Lgs 81 del 2008).

Ogni quanto tempo il lavoratore deve essere visitato dal medico competente?

Di norma la visita medica del lavoro è una volta all’anno. Il medico puo’ stabilire una periodicità diversa in base ai rischi aziendali e ai soggetti visitati.

Chi paga le visite mediche dei lavoratori?

Le visite e gli esami fatti ai lavoratori, comprensive di esami clinici e biologici, sono stabilite dal medico competente e sono a totale carico del datore di lavoro (art. 41 D.Lgs 81/08).

Hai dei dubbi o sei deciso a nominare il medico del lavoro?

Chiamaci o contattaci

Dr. Diego Panzeri