GPS SUI MEZZI E TELECAMERE: serve autorizzazione?

IL 25 maggio è passato e ormai il Regolamento Europeo in materia di dati personali è in vigore (GDPR 2016/679).

 

Oltre a sistemare “La Privacy” ci tengo però, già che siamo in argomento, a ricordare altri due adempimenti da osservare se il vostro caso lo richiede:

  • la domanda di autorizzazione per l’installazione delle telecamere aziendali
  • la domanda di autorizzazione per l’installazione di sistemi di localizzazione satellitare sugli automezzi (GPS)

Vediamo quindi di ricapitolare in breve i 3 ADEMPIMENTI, il cui controllo è demandato: al Garante della privacy, il trattamento dei dati personali;  all’Ispettorato del Lavoro la videosorveglianza e la geolocalizzazione satellitare.

 

1: ADEGUAMENTI AL REGOLAMENTO EUROPEO (Privacy):

Ogni azienda (anche ditta individuale) che gestisce dati personali (BASTA UN CODICE FISCALE DI UNA DITTA INDIVIDUALE SU UNA FATTURA), CON O SENZA COMPUTER, deve dimostrare per iscritto di adottare misure adeguate nel rispetto dei principi di liceità, finalità, correttezza etc etc. e che adotta misure per limitari i rischi derivanti da eventuale perdita o modifica di dati.

Devono essere inoltre designati i Responsabili dei Trattamenti Interni o Esterni (commercialista, consulenza lavoro e sicurezza)

 

2: ISTANZA AUTORIZZATIVA PER LA RIPRESA DEI LAVORATORI TRAMITE TELECAMERE:

Ogni azienda (anche ditta individuale) che utilizza sistemi di registrazione delle immagini (telecamere e videocamere di sorveglianza) per il monitoraggio contro i furti, intrusioni o esigenze di lavoro, tramite i quali c’è la possibilità di riprendere i lavoratori, deve chiederne autorizzazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro.

 

3: ISTANZA AUTORIZZATIVA PER L’UTILIZZO DI SISTEMI DI LOCALIZZAZIONE SATELLITARE DEI LAVORATORI

Ogni azienda (anche ditta individuale) che utilizza sistemi di controllo a distanza, come gli apparecchi di localizzazione satellitare GPS degli automezzi di lavoro (auto, furgoni, camion) per esigenze di lavoro o come deterrente per i furti, deve chiederne autorizzazione preventiva all’Ispettorato del Lavoro.

 

Come sapete non è nostra politica agire facendo terrorismo psicologico, ma sappiate che le sanzioni dell’Ispettorato del Lavoro per accertamenti di irregolarità sono certe e frequenti.

Siamo a disposizione per approfondimenti e chiarimenti.

Buona giornata.
Dr. Diego Panzeri