Cosa si chiede normalmente il Datore di Lavoro quando decide di mettersi in regola con la sicurezza aziendale?

Raccolta delle piu’ classiche domande del datore di lavoro in materia di Testo Unico Sicurezza Decreto 81 del 2008

Elenco non esaustivo ma significativo!

 

Cosa devo consegnare al lavoratore neo assunto?

Ogni nuovo lavoratore deve essere in possesso di idoneità medica per la mansione in caso il lavoro presenti rischi per la salute.

Quindi va eventualmente sottoposto a visita medica. Ci penserà il Medico del Lavoro

Il Datore di Lavoro deve invece assicurare informazione e formazione sui rischi del lavoro.

Saranno previsti quindi consegne di materiale documentale e la partecipazione a corsi di formazione.

 

Devo far visita al lavoratore?

Come anticipato sopra la visita medica del lavoro è obbligatoria nel caso siano valutati rischi per la salute del lavoratore.

 

Il lavoratore non vuole mettere le scarpe antinfortunistica…che fare?

il lavoratore deve convincersi che le misure di protezione attuate sono esclusivamente a suo favore. occorre capirne il motivo del rifiuto dei dispositivi di protezione per intervenire adeguatamente (non vuole metter le scarpe perchè non sono adatte o perchè non è stato abbastanza informato?)

 

Io datore di quali documenti devo firmare?

La maggior parte dei documenti di sicurezza del lavoro sono a firma del datore di lavoro in quanto è il destinatario principale degli obblighi di tutela dei suoi lavoratori.

Il documento per antonomasia, a firma del datore di lavoro è il Documento di Valutazione dei Rischi, abbreviato DVR.

 

Gli attestati devo darli ai lavoratori?

Gli attestati di formazione di sicurezza sul lavoro (corso lavoratori, corso primo soccorso, antincendio, preposto, Rappresentante dei Lavoratori) sono personali quindi consegnati ai lavoratori. In azienda va conservata copia conforme.

 

Ogni quanti anni va fatta la visita?

La visita medica al lavoratore va ripetuta periodicamente con cadenza stabilita dal protocollo sanitario (medico del lavoro).

Puo’ essere annuale, biennale o anche quinquiennale.

 

Se un lavoratore si licenzia devo dargli qualcosa?

In caso di interruzione del rapporto del lavoro vanno consegnati tutti gli attestati in caso siano stati trattenuti in azienda.

 

Arriva il medico per le visite, devo preparargli qualcosa?

Per poter visitare in azienda occorre un luogo idoneo, con possibilità di spogliarsi. Deve essere quindi igienicamente adatto e garantire la privacy dei lavoratori. Ideale un’infermeria o luogo dedicato.

 

Se le visite sono fuori orario lavoro devo pagare gli straordinari?

Tutto quanto viene fatto per il lavoratore non deve comportare oneri a suo carico. Quindi se vengono organizzati corsi o visite mediche fuori dagli orari di lavoro allora queste ore possono essere considerate lavorative.

 

Il lavoratore dice che ha già gli esami del sangue, che fare?

Se gli esami sono recenti e considerati attendibili allora possono essere tenuti buoni dal medico competente.

 

Il lavoratore ha già fatto i corsi sulla sicurezza…

Tutta la formazione è personale quindi si possono ritenere validi tutti i corsi già fatti dal lavoratore anche presso aziende precedenti, purchè non scaduti.

 

Gli attestati li devo appendere?

Non c’è alcuna indicazione su dove riporre gli attestati. importante è che possano essere esibiti in caso di controllo o richiesta.

 

Cosa devo portare in cantiere?

In caso di presenza di lavoratori il cantiere è un luogo di lavoro dove è richiesto il POS Piano Operativo di Sicurezza.

Ci sono allegati obbligatori al POS, tra cui: attestati di formazione, idoneità mediche alla mansione, comprova dell’utilizzo dei dispositivi di protezione, esiti della valutazione del rumore e vibraizioni etc..

 

La mia lavoratrice è incinta…che fare?

La lavoratrice deve comunicare al datore di lavoro il suo stato di gravidanza con apposito certificato medico.

Il datore di lavoro attuerà quindi misure a tutela della lavoratrice incinta in relazione alle sue attività lavorative.

In casi di esposizione a rischi e in mancanza di altre mansioni, potrà essere valutata l’astensione dal lavoro.

 

La mia lavoratrice è incinta ma vuole continuare a lavorare. che fare?

E’ possibile lavorare in gravidanza ma solo se non ci sono rischi per la salute della lavoratrice e del feto.

Ci sono molte casistiche, non è possibile generalizzare ma va considerato caso per caso.

Ricordiamo che il Datore di Lavoro è responsabile della “gestione” della lavoratrice sul lavoro.

 

Il lavoratore non vuole fare l’RLS perchè ha paura

Il rappresentante dei lavoratori è una figura coadiuvante nella gestione dei rischi sul lavoro.

E’ una figura di mediazione tra il datore di lavoro e i lavoratori.

Non ha però responsabilità nel processo di valutazione dei rischi.

 

Mi chiamate voi per le scadenze?

Viste le numerose scadenze con cui un’azienda deve fare conto Area 81 è in grado di gestire date e scadenze di attestati, documenti e visite mediche.

 

Sono passati piu’ di tre anni dal corso di primo soccorso…devo rifarlo intero?

La regola è aggiornamento triennale per il corso primo soccorso. Superati questi anni va valutato se occorre rifarlo da capo oppure considerare l’aggiornamento.

Dipende dal grado di conoscenza (residua) degli addetti.

Se si superano i 4 anni dall’ultimo corso è consigliato rifarlo da capo.

 

Posso fare io (dl) tutti i corsi?

Teoricamente (anche se non consigliato) il datore di lavoro potrebbe fare i corsi di: RSPP, Primo Soccorso e Antincendio.

In realtà è meglio sempre differenziare gli addetti alla gestione della sicurezza per una migliore gestione del rischio.

Ovviamente il corso di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza non puo’ essere erogato al Datore di Lavoro ma solo ad un lavoratore dipendente.

 

Fate voi tutti gli esami (del sangue)?

Area 81 puo’ gestire l’insieme degli adempimenti dettati dal Testo Unico Sicurezza Decreto 81 organizzando anche prelievi sangue ed urine.

 

Cosa ne so cosa fa sul lavoro il mio lavoratore?

Nei limiti della privacy il datore di lavoro deve comportarsi come un buon padre di famiglia verso i suoi lavoratori.

 

Non mi fido del comportamento di un lavoratore…come posso controllare la sua salute?

Visite e prelievi sono fatti dal medico competente solo per accertamento dell’idoneità alla mansione.

Non possono essere fatti indagini per altri fini (es. per sapere se il lavoratore fa uso di sostanze stupefacenti o alcool). Anche se per alcune mansioni questi tipi di test sono comunque previsti…

 

I documenti li devo stampare?

E’ consentita la tenuta informatica-elettronica dei documenti di sicurezza sul lavoro in alternativa a quelli classici stampati in formato cartaceo.

 

E se non passo il test di formazione?

Una paura diffusa è quella di non superare il test a fine corso…Assicuriamo che con un minimo di partecipazione ciascuno puo’ passare tranquillamente i test d’esame.

 

Devo stampare i documenti a colori?

Non necessariamente…l’importante è il contenuto!.

 

Posso buttare i documenti vecchi?

Non è stata stabilita una validità temporale dei documenti.

Si consiglia tuttavia di non cestinare nulla (attestati o documenti anche di sedi precedenti o non piu’ attive) in modo da comprovare di aver avuto sempre una gestione attenta sulla sicurezza dei lavoratori.

 

Che tipo di mascherina devo acquistare?

Dipende dal lavoro che svolgo e dai rischi da cui mi deve proteggere. Esistono mascherine antipolveri, antigas, con vari gradi di filtrazione. In commercio esistono ormai tutte le tipologie. Il Datore di Lavoro puo’ chiedere consiglio all’RSPP e al Medico Competente.

 

Se guido il muletto devo avere le scarpe antinfortunistica?

L’utilizzo di un dispositivi di protezione individuali è deciso dal datore di lavoro a seguito di valutazione.

Generalmente per il magazziniere che utilizza il muletto sono indicate le scarpe antinfortunistica per proteggersi dalla caduta di pesi o da urti accidentali in ambiente di lavoro.

 

Se guido il muletto devo avere l’elmetto?

Dipende se corro il rischio di essere investito da oggetti o materiale che mi possono cadere sul capo.

L’elmetto è un buon dispositivo di protezione anche per la protezione da urti accidentali.

 

Quanti giorni di tempo ho per visitare il lavoratore?

La visita medica del lavoro per accertamento di idoneità alla mansione deve essere preventiva, quindi il prima possibile per escludere controindicazioni.

 

Se faccio la visita al lavoratore e poi si licenzia?

E’ un rischio che si corre in un’azienda.

Tutti gli adempimenti sono a carico del datore di lavoro senza oneri per il lavoratore.

 

Se faccio firmare la lettera di consegna delle scarpe sono a posto giusto?

La consegna formale dei dispositivi di protezione individuale non esonera il datore di lavoro dalla sorveglianza continua sul corretto uso. Non basta quindi la consegna della letterina.

 

Ho il sospetto che il lavoratore assuma sostanze…posso fargli fare il drug test?

Come già detto sopra test tossicologici o altre indagini possono essere disposte solo ai fini di un accertamento della idoneità alla mansione (lo stabilisce il medico del lavoro).

 

Che cartelli devo appendere in azienda?

Dipende da cosa voglio segnalare.

Generalmente i cartelli obbligatori sono quelli per indicare: estintori e cassetta primo soccorso, vie di fuga e percorsi di esodo, obbligo di adozione dispositivi di protezione individuale, divieti di passaggi, regole sulla corretta circolazione…

 

Quanti estintori devo mettere?

Dipende dal rischio di incendio valutato e dalla superficie aziendale.

 

Ho un macchinario non marcato CE…devo fare qualcosa?

Occorre assicurarsi che abbia un livello di sicurezza sufficiente, almeno pari alle attrezzature certificate “CE”.

 

Ogni quanto devo aggiornare i documenti della sicurezza?

Non c’è una scadenza per legge. In caso di modifiche sostanziali è necessario procedere all’aggiornamento del documento di valutazione dei rischi.

 

Ho un nuovo assunto che ha già degli attestati…posso tenerli buoni?

Sicuramente se in corso di validità, anche se fatti presso precedente azienda in quanto la formazione è personale.

 

Entro quanto tempo dopo l’assunzione devo far fare i corsi al mio lavoratore?

La valutazione dei rischi e la formazione dei lavoratori devono essere preventive, il prima possibile anche a tutela del lavoratore stesso.

Per la formazione dei lavoratori tuttavia è ammesso un tempo limite di 60 giorni dall’assunzione.

 

Il lavoratore ha già la formazione sulla sicurezza ma solo la parte generale, che devo fare?

Integrare la formazione generale con quella specifica con un monte ore in relazione dal rischio aziendale.

 

Devo assumere e ho bisogno delle visita immediata, quando c’è il medico?

Chiamaci e vediamo di fare la visita subito.

 

Posso modificare io il DVR?

Il DVR è formalmente scritto dal Datore di Lavoro, anche se sappiamo che quasi nessun datore si mette di proprio pugno a redigere il documento.

Potrebbe quindi certamente procedere con le modifiche anche se è consigliato rivolgersi al proprio consulente di fiducia vista la delicata materia.

 

E’ necessario aggiornare i documenti?

Se ci sono scadenze di legge o modifiche aziendali occorre procedere all’aggiornamento dei documenti o degli attestati altrimenti si rischia la sanzione.

 

A cosa serve il corso di primo soccorso?se sto male io chi mi aiuta?

La formazione degli addetti al primo soccorso è prevista per ogni realtà aziendale, anche in presenza di un solo lavoratore (che almeno deve sapere quale numero comporre in caso di bisogno!!).

 

Adesso non ho il tempo di fare i corsi ma mi serve averli, cosa faccio?

Il tempo per frequentare i corsi si trova sempre, magari anche il sabato mattina..

Non è ammessa la scusa della mancanza di tempo di fronte agli organi di vigilanza.

 

Si possono fare i corsi presso la nostra azienda?

Possono essere organizzati presso azienda cliente tutte le tipologie di formazione.

 

Il lavoratore non vuole sottoposti a visita, cosa devo fare?

Il lavoratore non puo’ rifiutare la visita medica.

La visita medica è a sua tutela e nei confronti dei colleghi.

 

Ma il POS lo devo fare per ogni cantiere?

Per ogni cantiere il datore di lavoro deve redigere Piano di Operativo di Sicurezza specifico, aggiornato con l’avanzare dei lavori.

 

Cosa faccio se non mi fanno entrare in cantiere?

Di solito l’interdizione al cantiere è stabilita dal coordinatore in caso di mancanza di requisiti tecnico professionali o, come capita piu’ spesso, per la mancanza dei documenti obbligatori previsti (Piano di Sicurezza e Allegati).

 

Anche il datore deve fare il corso sulla sicurezza?

Il Datore di Lavoro puo’ frequentare il corso di Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione oppure evitare questa formazione delegando professionista esterno.

Per tutte le altre domande avremo sicuramente risposta.

Contattaci al 0392911151

Dr. Diego Panzeri

www.sicurezzaperlavoro.it